(IN) Netweek

SESTO SAN GIOVANNI

No a volto coperto nei locali pubblici, l'assessore regionale De Corato: "Tutti i Comuni lombardi prendano Sesto come modello"

Share

"A Sesto San Giovanni nel nuovo regolamento di polizia urbana, che segue la normativa regionale sul tema, viene vietato l'ingresso nel comune e in tutti gli edifici pubblici a chiunque abbia il volto coperto, divieto che va dunque a colpire in particolare le donne di religione islamica che indossano burqa e niqab. Nel dicembre del 2015, l'allora governatore Roberto Maroni con Simona Bordonali, che all'epoca era Assessore alla Sicurezza, aveva approvato una legge regionale divenuta attiva L'1 gennaio 2016 e 'ricevibile' dai vari Comuni proprio attraverso il regolamento di polizia locale. Sarebbe positivo se i comuni lombardi guidati dal centro destra seguissero l'esempio di Sesto San Giovanni, vietando l'accesso agli uffici comunali, ospedali ed edifici pubblici, per motivi di sicurezza, a chiunque sia difficilmente riconoscibile a causa della copertura del volto. In questo modo si garantirebbe una maggiore sicurezza sia ai dipendenti, sia ai visitatori esterni". Lo dichiara Riccardo De Corato, ex vicesindaco di Milano e Assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia.

Leggi tutte le notizie su "Sesto Notizie"
Edizione digitale

Autore:snz

Pubblicato il: 11 Luglio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Lascia un commento:

Pubblico Privato

Titolo

Messaggio