(IN) Netweek

SESTO SAN GIOVANNI

In Consiglio Comunale con un documento, il presidente Fiorino: "Azione mirata solo a garantire sicurezza. Strumentalizzazioni fuori luogo, mio dovere garantire confronto democratico e civile"

Share

In merito alle reazioni che hanno riguardato la decisione dell'Amministrazione Comunale di consentire l'accesso alle sedute del Consiglio Comunale previo identificazione con carta d'identità o documento di riconoscimenti, a tutela della sicurezza complessiva della cittadinanza, Giovanni Fiorino, presidente del Consiglio Comunale, tiene a precisare quanto segue

Mi verrebbe da dire "tanto rumore per nulla". Resto sorpreso e, consentitemi, anche un po' amareggiato, per il dibattito scaturito dalla decisione di identificare le persone che decideranno di accedere in Municipio per assistere ai Consigli Comunali. Ma come, in un'epoca in cui tutti, in ogni parte del mondo, puntano a innalzare i livelli di sicurezza, a tutela dei cittadini, a Sesto San Giovanni decidiamo di perseguire questa strada e c'è chi critica pretestuosamente. A Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, e al Pirellone, dove c'è il Consiglio regionale, e lo sa bene il neo segretario del PD, Nicola Lombardo (a cui rinnovo i più sinceri auguri di buon lavoro), per entrare è giustamente necessario esibire un documento d'identità. Respingo, dunque, al mittente ogni tipo di accusa e proseguo il mio lavoro con serietà e con l'obiettivo di garantire un confronto civile e democratico. (Giovanni Fiorino, presidente del Consiglio Comunale)

Leggi tutte le notizie su "Sesto Notizie"
Edizione digitale

Autore:snz

Pubblicato il: 10 Novembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Lascia un commento:

Pubblico Privato

Titolo

Messaggio