(IN) Netweek

SESTO SAN GIOVANNI

Il Centro Sportivo Falck di Sesto San Giovanni ha iniziato il suo percorso di rinascita, protagonisti 60 ragazzi che hanno ricevuto la maglietta del 'Tennis Tiger'

Share

Il consigliere comunale Gabriele Ghezzi ci invia la nota che pubblichiamo

Nei giorni scorsi il Centro Sportivo Falck di Sesto San Giovanni ha iniziato il suo percorso di rinascita grazie alla presenza di 60 ragazzi riuniti con le loro famiglie per la consegna a ciascun allievo delle magliette ufficiali della scuola tennis ASD Tiger 2018-19.
In qualità di delegato del Sindaco Roberto Di Stefano - alla presenza del Presidente della Società Giuseppe Bua, del Pres. della Consulta cittadina dello Sport Sergio Valsecchi, della Vice Presidente del Consiglio Comunale Loredana Pastorino e del Consigliere di Identità Civica Pogliaghi - ho avuto modo di partecipare ad un evento tanto semplice quanto potente nel far respirare la sua voglia di dire al mondo dello sport ed alla città: "Noi ci siamo!".
Merito di chi? Degli allievi e dei genitori, ma più di tutti del maestro titolare della scuola tennis Alessio Libera che - con un valido coaching tennistico e la sua simpatia in anni di professione -, ha saputo confermarsi ancora una volta punto di aggregazione sul territorio sestese per appassionati tennisti e non.
Ecco perché volentieri parlo di "rinascita" del Centro Sportivo Falck, perché - come ho voluto dire nel mio intervento ad introduzione della consegna delle magliette verdi - ogni centro, associazione o attività, riparte se "ripartono" le persone che ve ne fanno parte -allievi, insegnanti o semplici fruitori.
Lo sport - continuavo nel mio intervento - è occasione privilegiata in questo senso: nel divertimento, uno impara a stare insieme con gli altri, a fare fatica - che è la legge umana per diventare grandi purtroppo tanto esorcizzata dal mondo moderno-, a capire i propri limiti (c'è sempre qualcuno più forte di te - non è cosa banale!), ma soprattutto - lo aggiungo ora perché sennò mi sarei dilungato troppo- a capire che per crescere davvero servono uno scopo e guardare un maestro.
Da tutto questo emerge una grande responsabilità: per gli istruttori - quella di garantire un livello di insegnamento tecnicamente ed umanamente "alto" (credendoci loro stessi diventeranno credibili ed attrattori di nuove leve), per le Istituzioni - quella di riconoscere il valore presente facendo di tutto per promuoverlo.
Sono grato al Sindaco Roberto di Stefano che - non potendo presenziare per impegni personali - ha pensato a me per rappresentarlo: sono uscito da questo evento ancor più convinto della giustezza di aver perseguito (e di stare ancora perseguendo) personalmente da politico il rilancio del centro nel mantenimento delle sue storiche discipline sportive; ma ne sono uscito anche sollevato perché riconfermato che la rinascita parte da tutti: sta a ciascuno giocarsela nei rispettivi ambiti per il bene nostro e per la collettività sestese.
Giovani tennisti! Fate "stoccare" le vostre racchette!
(GABRIELE GHEZZI - Consigliere Comunale Identità Civica)

Leggi tutte le notizie su "Sesto Notizie"
Edizione digitale

Autore:snz

Pubblicato il: 29 Dicembre 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Lascia un commento:

Pubblico Privato

Titolo

Messaggio