(IN) Netweek

SESTO SAN GIOVANNI

Città della Salute, il candidato Di Stefano: "Il sindaco Chittò, in colpevole ritardo, ora insegue Maroni"

Share

Il candidato sindaco Robero Di Stefano ci scrive la nota che pubblichiamo



E' paradossale la lettera del sindaco Chittò rivolta al Governatore Maroni in merito alla possibilità di ospitare una scuola universitaria di alta formazione nel campo dell'oncologia e della neurologia sulle aree Falck. Paradossale perchè il Comune arriva colpevolmente in ritardo, dopo essere stata totalmente inefficace e non propositiva sul futuro dell'area. Quando il centrodestra di Sesto proponeva, insieme al Governatore Maroni, di valutare quest'area per l'agenzia del farmaco, il comune dormiva colpevolmente, succube delle manovre Pd per portare l'agenzia a Milano. La nostra proposta, già concordata con la regione e la proprietà dell'area, prevede di creare un polo internazionale della ricerca sanitaria, portando qui la facoltà di medicina e facendola lavorare in sinergia con gli istituti di ricerca sanitaria del Besta e l'Istituto dei Tumori.

Sorprende, in negativo, quindi questo intervento inutile della sinistra dopo che la Chittò, come dimostrano i fatti, ha fatto chiudere e lasciato andare via i presidi sul territorio di Inps, presidi sanitari e Agenzia delle Entrate senza nulla aver fatto per mantenere le istituzioni sul territorio.

Inutile che tenti di prendersi meriti di proposte altrui. Se qualcosa si muove a Sesto è solo per il merito del centrodestra che ha capito le potenzialità della città. Purtroppo, invece, con la sinistra al potere a Sesto scappano tutti: dalle aziende private alle istituzioni pubbliche, sancendo di fatto l'incapacità dell'amministrazione

Leggi tutte le notizie su "Sesto Notizie"
Edizione digitale

Autore:snz

Pubblicato il: 18 Aprile 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Lascia un commento:

Pubblico Privato

Titolo

Messaggio