(IN) Netweek

SESTO SAN GIOVANNI

"Pro Sesto, cala il sipario. E' sera. Non ci resta che aspettare Carate". L'analisi a bocce ferme di Roberto Vaini

Share

Perdere la bussola dopo un perfetto decollo della partita (tatticamente preparata e ben disposta in campo dal mister Parravicini, che per diciotto minuti mette in riga l'avversario senza farlo fiatare) fa riflettere.

Ma al 19' il primo gol del Bra ha avuto l'effetto di scombussolare inopinatamente l'orientamento, di ledere la concentrazione e la calma di un pronto recupero.

Questa gara, così perduta per giunta sul nostro terreno amico davanti al pubblico sempre presente nella nostra tribuna coperta e in curva, non può giustificare il crollo da siffatto comportamento.

Qualche cenno di cronaca. L'avvio della partita è di 'marca' Pro Sesto. Al minuto 7' Filippo Guccione su un perfetto assist di Gilles Duguet strofina la traversa. Poi al minuto 11' è la volta di Andrea Fumagalli che fa gridare al gol.

0 a 1 al minuto 19': una veloce azione in contropiede sulla fascia sinistra, Andrea Gasbarroni (noto calciatore di Juve Inter Sampdoria) se ne impossessa per ultimo e in semirovesciata invia la sfera in area; il pallone viaggia ad altezza d'uomo, i nostri difensori non intervengono, accanto al secondo palo Pietro Barale lo aspetta e indisturbato di testa la butta dentro. Il pubblico Biancoceleste tuttavia la prende con filosofia perché visto come sta giocando, sono certi dell'immediato recupero del risultato. Purtroppo la squadra invece accusa terribilmente lo svantaggio, che al minuto 37' si fa infilzare da Spadafora 0 a 2.

Così come nel primo tempo la Pro Sesto all'attacco. Al minuto 49' l'arbitro espelle Alessandro Rossi per fallo ai danni di Francesco Viscomi. Al minuto 52' Guccione a due metri dalla porta calcia sicuro, il portiere si arrotola per terra col braccio teso arranca la palla sulla linea. Ancora Guccione 55' che impensierisce la difesa. Al minuto 62' atterrato in area Luca Scapuzzi. Calcio di rigore Guccione (voto 7) gol: 1 a 2.

Il pubblico crede nella svolta, incita a tutta voce ma al minuto 76' calcio di rigore, la Pro che va sotto di due reti: 1 a 3. Espulso Viganò per fallo di mano inspiegabile quanto sorprendente?

Cala il sipario. E' sera. Non ci resta che aspettare Carate.
(ROBERTO VAINI)
La formazione: Faccioli; Ficco, Raffaglio, Corti, Viganò, Viscomi, Martino (al 50' Campanella), Fumagalli, Duguet, Guccione, Scapuzzi. Allenatore Francesco Parravicini.

Leggi tutte le notizie su "Sesto Notizie"
Edizione digitale

Autore:snz

Pubblicato il: 05 Dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Lascia un commento:

Pubblico Privato

Titolo

Messaggio